domenica 27 novembre 2016

Giuliano Delli Paoli :: Dubstep. Burial e altre alchimie sonore.

DUBSTEP.
Burial e altre alchimie sonore.


La storia del genere dubstep e del suo esponente più celebrato: il misterioso Burial. Percorsi e mutazioni di uno dei fenomeni musicali più discussi e apprezzati dell’elettronica da intrattenimento del nuovo millennio. Un genere in continua espansione, capace di reinventarsi ed evolversi nel corso del tempo, attraverso una nutrita cerchia di giovani manipolatori partiti dai bassifondi della capitale inglese, e giunti alla ribalta nel giro di pochi anni, tra inaspettati sodalizi artistici, rimandi stilistici e collaborazioni d’ogni sorta.
Giuliano Delli Paoli nasce a Caserta nel 1980, e dal 2005 è redattore di una delle più importanti e seguite webzine musicali italiane, www.ondarock.it, di cui coordina la relativa sezione elettronica. Fin da bambino ascolta musica a 360°, con una particolare predilezione per i generi di stampo elettronico nell’accezione più ampia del termine: dalla disco music alla musica ambient, passando per la techno e le avanguardie tedesche. Ama inoltre il funky dei meravigliosi anni Settanta e il soul d’annata. Ha scritto innumerevoli recensioni per ondarock.it e curato monografie di alcuni dei musicisti più apprezzati degli ultimi anni, tra cui Burial, Four Tet, Flying Lotus e James Blake.

pp. 116 - ill. b/n
ISBN9788897347
€12,00  €10,00
(spese di spedizione incluse - Piego di libri Italia)


Opzione di spedizione

Valerio "Rainbow Raising" Spinosa :: Io sono la New Wave.

 
Io sono la New Wave.
Storia di Federico Fiumani e dei Diaframma


Nati alla fine degli anni Settanta, in pieno ciclone post-punk e new wave, i Diaframma sono uno dei pilastri del rock indipendente italiano. Da sempre guidati dal leader Federico Fiumani, sono stati, insieme a Litfiba, Neon e Pankow, tra i gruppi più rappresentativi della scena fiorentina degli anni Ottanta, riuscendo a spaziare da sonorità dark-wave ad un rock di stampo cantautoriale. Siberia, il loro esordio del 1984, è stato inserito nel 2012 dalla rivista “Rolling Stone” al settimo posto tra i migliori album italiani di sempre e dischi come Tre volte lacrime, Boxe, In perfetta solitudine ed Il ritorno dei desideri sono oggi considerati dei classici. Federico Fiumani, con gli anni, oltre ad aggiudicarsi il Premio Ciampi, ha alternato con successo la carriera di musicista a quella di scrittore, pubblicando antologie di poesie e libri di memorie. I Diaframma, dopo trentacinque anni ed una ventina d’album, sono ancora in attività, con nuovi dischi e tour. Io sono la new wave. La storia di Federico Fiumani e dei Diaframma ricostruisce nei dettagli la lunghissima carriera del cantautore fiorentino, avvalendosi di recensioni, articoli ed interviste d’epoca, per rendere il giusto tributo ad uno degli artisti più importanti, ma spesso sottovalutato, del panorama italiano.

Valerio Rainbow Rising Spinosa Nasce a Rieti nel 1986, si laurea nel 2009 a Milano in Mediazione Linguistica e Culturale con una tesi sul cinema cinese degli ultimi trent’anni. Appassionato di viaggi, musica e letteratura, pubblica recensioni, report di concerti ed interviste ad artisti nazionali ed internazionali su Debaser.it. Questo è il suo primo libro.


€ 15,00   €13,00 
(spedizione compresa - piego di libri Italia)
pp. 224 - ill. b/n
Isbn: 9788897389354




Opzione di spedizione

venerdì 4 novembre 2016

Antonio Lo Giudice :: Da Satana all'Iperuranio. 35 anni di Black Metal in 101 dischi.


Il Black Metal nasce come una variazione scioccante, rumoristica e goliardica della NWOBHM, ma, negli anni, è stato oggetto di un’evoluzione artistica imprevedibile ed entusiasmante: dal satanismo low-fi di Venom ed Hellhammer alle recenti forme di “estremismo spaziale”, passando per il gelo della scena norvegese, la pura malvagità di quella svedese e l’eleganza di gruppi come Alcest e Negura Bunget, il black è stato tutto ed il suo contrario. Il libro presenta una carrellata dei cento dischi più importanti del genere (oltre un intruso), nel tentativo, per quanto disperato, di segnare le tappe di una delle storie musicali più complesse ed affascinanti di sempre, costantemente votata alla ricerca ed alla contaminazione”.







Antonio Lo Giudice viene alle tenebre in una grotta sperduta tra i monti Nebrodi oltre sette lustri or sono. Ancora in fasce, deve fuggire con la famiglia sulle pendici del massiccio del Grappa, ove cresce in un diroccato maniero. Costretto per vivere a pratiche degradanti ai limiti della sopportazione, sviluppa un odio viscerale contro ogni essere vivente, il che lo spinge a chiudere il proprio profilo facebook come severo monito contro la razza umana. Da sempre appassionato di musica, la sua firma appare come luce sulle vostre pigre coscienze su questo o quel magazine. Ma persone prive di poesia affermano che sia nato a Messina nel 1978 e cresciuto nei pressi di Bassano del Grappa, dove tutt’oggi lavora. Collabora da anni con le riviste Sound and Vision (questa) ed Ondarock (quella). Da qualche anno abita in provincia di Treviso con moglie e prole a carico. Essendo milanista, negli ultimi tempi le sue serate sono state libere e, così, ha avuto modo di scrivere questo libro. Se leggerlo vi provoca ribrezzo, date la colpa a Berlusconi.

Con le testimonianze di:
AC Wild - 
Agghiastru - Cadaveria.


ISBN 9788897389330
pp. 228
ill. B/N
€ 15,00 € 12,00


Opzione di spedizione